Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 
17
Set
al
 
24
Set
Adulti
 
Bambini
 
Prenota

Enogastronomia italiana: le prelibatezze del Veneto

Se c’è una cosa per cui l’Italia è famosa, quella è il cibo. I turisti ne vanno letteralmente matti, mentre noi italiani parliamo di cucina in ogni momento… anche e soprattutto quando mangiamo! Non c’è regione che non abbia le sue prelibatezze enogastronomiche: in ogni provincia il nostro Bel Paese sa come stupire e deliziare, grazie a prodotti freschi e genuini  della tradizione mediterranea. 


Il Veneto e la sua cucina

Il Veneto è una delle regioni italiane con le maggiori differenze territoriali e ambientali. È bagnato dal mare Adriatico, abbraccia il Lago di Garda, è ricco di colline e montagne, ma è caratterizzato anche da una grande pianura. Proprio questa varietà ha portato il Veneto ad avere una cucina davvero variegata, composta da prodotti locali tra cui: formaggi, salumi, olio d’oliva, radicchio, asparagi, riso e molti altri. 

Oggi andiamo alla scoperta di un piatto tipico del Veneto, apprezzato in tutta la provincia di Verona: polenta e baccalà! Questo piatto povero viene preparato spesso il venerdì, una tradizione casalinga nata dalla volontà di non infrangere la regola che vieta di mangiare carne nel quinto giorno della settimana durante la Quaresima.
Ecco i consigli del nostro Chef, direttamente dal Ristorante la Terrazza del Boff.


Come si prepara il baccalà con la polenta?

Per questo piatto conosciuto e apprezzato, grazie alla sua semplicità e al suo inconfondibile sapore, occorre mettere in ammollo in acqua corrente un baccalà secco per due giorni. Dopo averlo reidratato lo andiamo a pulire dalle lische e dalla coda, prendiamo due cipolle bianche, le tagliamo a julienne e le facciamo appassire con abbondante olio extravergine d’oliva.

Prendiamo il baccalà e lo tagliamo a pezzi, lo passiamo su della farina 00 e lo mettiamo in una casseruola dalla parte della pelle, facendolo rosolare appena. Aggiungiamo latte fino a coprire la carne assieme a due foglie di alloro e circa 20 bacche di ginepro, lasciandolo andare a fuoco basso per circa tre ore. 

Nel frattempo, dopo aver messo una pentola d’acqua a bollire per la polenta, ci possiamo aggiungere la farina di mais (circa 200 g per litro di acqua). Assieme al sale e un filo d’olio, la facciamo cuocere a fuoco basso per circa 40 minuti mescolandola di tanto in tanto.
Una volta pronto il baccalà lo possiamo impiattare e accompagnarlo con la polenta calda appena fatta.

Buon appetito!


Scopri le ricette del nostro Chef
Filetto alla Wellington
Spaghetti con Salsa di Pomodoro
 
 
 
Newsletter
Info e News
 
Iscriviti